Fine anno con pesanti bacchettate giunte dalla Corte dei Conti per il nostro piccolo e poco virtuso comune a rischio dissesto finanziario ma.... l'amministrazione (in chiaro spirito berlusconiano che vedeva i ristoranti pieni quando la crisi economica divorava lavoratori, famiglie e ceto medio) è ottimista (sic!) perché dichiara di aver già proceduto a una serie di misure per "salvare" i conti dell'ente. Omette, però, di riferire nell'ennessima intervista autocelebrativa (della serie neghiamo sempre e comunque ogni addebito) che le contromisure adottate sono già state ritenute "insufficienti" e che le censure (critiche) sono pesantissime! Il Comune è in perenne crisi di liquidità e non riesce a sostenere le spese ... per questo (proprio come un padre di famiglia che spende più di quanto guadagna! ) continua a fare ricorso all'anticipazione di cassa (il tesoriere ubi banca carime). Questa modalità reiterata per tutti gli anni dal 2012 ad oggi indica "l'evidente incapacità nel fronteggiare le spese correnti con risorse proprie e ha gravato il bilancio con oneri ulteriori derivanti da interessi pagati sulle somme anticipate dal tesoriere" ! "Tale operazione COSTITUISCE COMPORTAMENTO DIFFORME DA UNA SANA E PRUDENTE GESTIONE FINANZIARIA" (cit. Corte dei Conti) Sotto altro aspetto e con riferimento al recupero nella evasione tributaria "nel corso della discussione orale (ottobre 2017!) i rappresentati dell'ente non sono stati in grado di fornire ulteriori chiarimenti (ma è tutto ok! Siamo ottimisti abbiamo dato tutte le risposte.....sic!) E infine....I DEBITI FUORI BILANCIO (che meritano davvero un capitolo a parte!), sui quali i rappresentanti dell'ente (sempre ad ottobre 2017) non hanno saputo dare delle motivazioni precise! Della serie come é possibile che ci siano tanti debiti mai riconsociuti e mai pagati risalenti a molti anni fa? Perché non sono stati inseriti in bilancio? Boo! Ma...siamo sempre ottimisti! E anche qui la censura e la critica feroce della corte dei conti (quando il fenomeno assume dimensioni rilevanti reiterate -come per il comune di Erchie - e' riconducibile alla INCAPACITÀ DI PORRE IN ESSERE UNA CORRETTA POLITICA DI PROGRAMMAZIONE E GESTIONE FINANZIARIA DELLE RISORSE E DELLE SPESE! ... sempre cit. Corte dei Conti). Ovviamente le censure sono state estese anche agli esercizi 2016 e 2017! A margine delle censure ... piccole considerazioni: siamo amministrati dal 2012 dallo stesso Sindaco e da molti assessori presenti anche nelle passate giunte e il risultato é che siamo sul baratro del dissesto finanziario! Che ci importa? Quei soldi gestiti in maniera "poco corretta e senza programmazione" sono i nostri! Abbiamo per anni ingrassato i conti del tesoriere (la banca) pagando interessi passivi sulle anticipazioni di cassa sottraendo risorse (soldi) che invece potevano essere destinate ai servizi (strade, pubblica illuminazione, misure di lotta alla povertà!) E infine ... se dovesse essere dichiarato il dissesto finanziario del comune di Erchie chi pagherà? NOI! Aliquote delle imposte comunali al massimo, azzeramento dei servizi.... Ma “i ristoranti sono pieni” vero? P.s. il post è lungo ma anche le 17 pagine della deliberazione della Corte dei Conti piene zeppe di "censure" lo sono!

Nessun testo alternativo automatico disponibile.-

News dal Blog...

Invalid or Broken rss link.

meetup200

decorourbano

Accesso Utenti