Ill.mo Sig. Presidente del Consiglio Comunale di Erchie

Dott. Ivan Volpe presso Casa Comunale

Gent.mi Consiglieri Comunali del Comune di Erchie

 

Con riferimento alla convocazione di Consiglio Comunale prot. n.8106/2015 del 27.07.2015 i sottoscritti attivisti del Movimento Cinque Stelle di Erchie, osservano quanto segue.

La convocazione del Consiglio Comunale prot. n. 8106/2015 del 27.07.2015 per il giorno 29.07.2015 è illegittima perché notificata sotto forma di convocazione straordinaria urgente. Ed invero il Regolamento per l’organizzazione e il funzionamento del Consiglio Comunale e lo Statuto dell’Ente, prevedono la convocazione del consiglio comunale in seduta straordinaria ed urgente quale eccezione alla norma che – all’art. 37 del Regolamento del Consiglio Comunale stesso, prevede “l’avviso di convocazione è pubblicato all’Albo pretorio del Comune e recapitato al domicilio di ogni consigliere entro il quinto giorno antecedente quello dell’adunanza.” (cfr. comma 3 art. 37 Regolamento Consiglio Comunale), al successivo comma 4 “in caso di particolare urgenza, il suddetto termine è ridotto a ventiquattro ore” (comma 4 art. 37 Regolamento Consiglio Comunale). Dall’ordine del giorno che Ella ha – consta- unilateralmente predisposto non è dato evincere quali siano i “casi di particolare urgenza” che la abbiano indotta a ricorrere alla convocazione in seduta urgente e straordinaria. Al contrario ogni singolo argomento inserito nell’ordine del giorno, risulta essere un atto di competenza ordinaria del Consiglio Comunale. Il Presidente convoca d’urgenza il Consiglio Comunale nei casi di “particolare urgenza” e, quindi a titolo esemplificativo (alla luce delle interpretazioni anche giurisprudenziali) nei casi di calamità naturale, o per motivi di ordine pubblico, o per l’osservanza di termini perentori o quando ciò risulti giustificato dall’esigenza dell’esame immediato di determinati affari per i quali il rispetto dei termini normali di convocazione possa comportare pregiudizio per il Comune o per la cittadinanza. La normativa vigente in uno agli articoli tanto del Regolamento del Consiglio Comunale, quanto dello Statuto impongono, analizzando gli argomenti all’ordine del giorno, di dedurre fondatamente l’assoluta ordinarietà del Consiglio Comunale convocato. Al contrario rispetto alla convocazione del Consiglio Comunale del 29.07.2015 non è dato comprendere quali siano le ragioni che giustificano la convocazione straordinaria e peraltro urgente. Nella lettera di convocazione a firma del Presidente del Consiglio non è indicato quale sia il soggetto o i soggetti che, tra quelli previsti dal Regolamento, abbiano richiesto la convocazione straordinaria e le motivazioni della straordinarietà. La convocazione del Consiglio Comunale non consente di comprendere neppure le ragioni di urgenza. Le approvazioni e deliberazioni da adottare inserite all’ordine del giorno sono tutti atti ordinari rispetto all’esercizio delle funzioni del Consiglio Comunale e come tali assolutamente prevedibili, sicchè non vi sono ragioni che possano giustificare la convocazione straordinaria e urgente.

La convocazione di Consiglio Comunale in esame è illegittima anche perché adottata in violazione delle prerogative dei consiglieri comunali privandoli della possibilità di prendere visione degli atti e delle proposte di deliberazione. Ne consegue che i consiglieri comunali allo stato si trovano nell’impossibilità di a presentare i propri emendamenti. Ne consegue che la convocazione del giorno 27 luglio 2015 per il Consiglio Comunale del 29 luglio alle ore 17.00 ha di fatto impedito l’esercizio delle funzioni dei consiglieri comunali – soprattutto quelli di opposizione- ad un ponderato esame degli argomenti all’ordine del giorno. Ed invero, le modalità procedurali e sostanziali di convocazione del Consiglio Comunale sopra descritte appaiono lesive delle prerogative dei Consiglieri Comunali, comprimendo in particolare il diritto dei consiglieri di partecipare regolarmente alle sedute dell’Organo di cui sono membri, impedendo agli stessi di poter espletare ogni utile facoltà connessa al proprio mandato rappresentativo. Le predette prerogative tutelate anche dall’ordinamento e dalla giustizia amministrativa si pongono in stretta derivazione del principio di partecipazione democratica alle istituzioni rappresentative della sovranità popolare. Tale tutela si pone inoltre in intima relazione con le prerogative dell’organo collegiale, preordinata come tale a un approfondito e proficuo dibattito sulle questioni poste all’ordine del giorno, ed è inoltre idonea ad assicurare la necessaria ponderazione e confronto in ordine alle scelte da adottare oltre che di verifica democratica circa la posizione assunta dai gruppi politici e dai singoli componenti in relazione a esse. Tenuto conto di tutto quanto esposto i sottoscritti cittadini e attivisti del Movimento Cinque Stelle di Erchie, che hanno interesse a che la macchina organizzativa del Comune sia “guidata” secondo legge, chiedono l’annullamento della convocazione del Consiglio Comunale straordinario urgente prevista per il giorno 29.07.2015 e che venga ripristinata la legalità con il rispetto dei termini e delle procedure di legge e di regolamento. Si rappresenta, infatti, che qualunque atto adottato da un consiglio comunale la cui convocazione sia – come nel caso di specie – viziata da gravi irregolarità, non potrà che adottare atti e provvedimenti illegittimi avverso i quali sarà possibile ricorrere al Tar.


Distinti saluti.

Movimento Cinque Stelle Erchie

News dal Blog...

Invalid or Broken rss link.

meetup200

decorourbano

Accesso Utenti